Problemi comuni nella Visualizzazione e nella Meditazione

Problemi comuni nella Visualizzazione e nella Meditazione

La Percezione Auditiva e la Visualizzazione

visualizzazione-mentaleLa Visualizzazione è quella tecnica che, tramite l’uso dell’immaginazione forma immagini mentali processandole spesso in sequenza, creando una “storia” visibile nella nostra mente. Perchè non riusciamo spesso a visualizzare immagini nella nostra testa per un periodo prolungato ?

Nel nostro cervello, esistono canali sensoriali che tendiamo inconsapevolmente a sovrastimare cognitivamente (cause fisiologiche, cognitive, biologiche) dandogli la possibilità di prendere il ”sopravvento” su gli altri canali sensoriali.

Questa domanda mi viene fatta spesso da persone che hanno una predisposizione Auditiva o Cinestetica e non visiva;

Ognuno di noi è predisposto “geneticamente” ad avere dei canali sensoriali “preferiti”:

Personalità visiva

riduzione-campo-visivomaggiore consapevolezza a sovrastimare le percezioni visive
La persona visiva si concentra sull’osservazione visuale del mondo esterno, è attirata dalle immagini e dall’esteriorità. Ha una forte immaginazione e memorizza la parte visiva di ogni avvenimento. Nel suo interno “visualizza” i concetti, crea e memorizza immagini interiori.

Persona Auditiva

p.txttendenza a stimare come più importanti le percezioni uditive
L’Auditivo si mostra più selettivo circa le parole che usa, il suo eloquio è lento e ritmico. Le parole hanno per lui grande importanza, sta attento a quel che dice e tende al suo interno a collegare i concetti a suoni e discorsi.

Personalità Cinestetica

barbra-hau-auswahl-farbe-7802_bassamaggiore tendenza a sovrastimare le percezioni somatiche
Il cinestesico si identifica maggiormente con la propria corporatura e reagisce soprattutto a ciò che sente tattilmente, dando maggiore importanza alle sensazioni che prova o che ha provato, si serve di metafore tratte dal mondo fisico: le cose per lui sono “pesanti” e “intense”.

Le personalità Cinestetiche e Auditive hanno più difficoltà a visualizzare immagini nella propria mente (spesso richiesto durante training meditativi) al contrario delle personalità Visive che hanno capacità immaginative e di visualizzazione davvero incredibili.

Personalità Auditiva e Mente

auditivo_mp3La nostra mente spesso vuole prendere il sopravvento, il “controllo” delle nostre esperienze percettive;

Essa cerca costantemente di controllarle e indirizzarle al fine di mantenere un costante controllo. Essa per quanto essenziale, molto spesso, si trova a gestire in maniera poco efficace le informazioni in entrata ed in uscita.

Perché non vedo le immagini nella mia mente?

o almeno riesco a vederle per pochi istanti ?

Perché la tua mente riempie tutto lo spazio con le parole, e le immagini risentono di questo gran lavoro cognitivo, molte persone vivono costantemente la propria mente, subendo un’ eccessivo dispendio di energie, questo, a volte, può portare ad astenia, stanchezza e tensione nervosa.

Quando un canale è saturo, Es: Auditivo, gli altri canali percettivi non riescono a “imporsi” come dovrebbero e potrebbero, rimanendo inibiti e relegati a luoghi limitati.

La Meditazione

meditazione_alleata_benessereLa meditazione è una pratica di concentrazione della mente su uno o più oggetti, immagini, pensieri a scopo spirituale, filosofic o di miglioramento delle proprie condizioni psicofisiche.

La Meditazione è uno strumento utilissimo per lavorare sulla propria mente, aiutandola a “rilassarsi” e distrarsi per brevi attimi dal suo inesorabile e continuo lavoro, ma bisogna essere predisposti o estremamente costanti per riuscire a trarne dei benefici reali e duraturi;

è utile iniziare con pochi minuti massimo tre al giorno, aumentando lentamente i tempi con la pratica (tre miniti, quattro, cinque etc…) in modo tale da non sovraccaricare la mente da un lavoro che potrebbe risultare inizialmente parecchio frustrante.

La Musica e la Personalità Auditiva

imagesPer le persone Auditive, come già sottolineato, visualizzare e meditare risulta spesso difficile e frustrante, di conseguenza è necessario allearsi con la propria mente sfruttandone le caratteristiche soggettive;

In questi casi, è essenziale “meditare” usando della musica, possibilmente con delle cuffie che catalizzino i suoni direttamente nell’apparato uditivo, inizialmente durante l’ascolto sarà estremamente utile concentrarsi selettivamente sui diversi suoni provenienti dai vari strumenti (Es: piano, chitarra, batteria), questa semplice tecnica dovrebbe aiutare la vostra mente a distrarsi riuscendo a trovare una momentanea tranquillità, sfruttando le vostre capacità Auditive.

Write a Comment